mercoledì 23 agosto 2017

TESTE PIENE DI MERDA

Barcellona, Parigi, Londra, Palazzo Chigi, Germawings e tutto il resto che accade ed è accaduto nel mondo è tutto falso! Come lo so? Usando lo zoom sulle foto dei giornali, facendo comparazioni biometriche senza avere competenze, inventando complotti, tagliando e cucendo frasi di giornali e telegiornali, parlando di cose di cui non ne capisco un emerito cazzo!
Poi pubblico un video su Youtube o un post su un social network e chiamo a raccolta tutte gli ignoranti, analfabeti funzionali, gente che non capisce nemmeno le istruzioni per usare il collirio, che improvvisamente diventano degli scienziati, risvegliati, degli intelligentoni, per poi commentare con fragorose risate sui morti ammazzati degli attentati, dicendo che sono solo crisis actors, attori, loro ed i loro familiari, gente che non è mai esistita o che è viva e vegeta ed adesso è alle Maldive a spese dello Stato.
Le spiegazioni sono due:

1) Sono un genio del marketing e per voglia di apparire (che se ne parli bene o male purché se ne parli), confeziono queste colossali stronzate e mi crogiolo nel vedere i commenti degli ammiratori e degli haters e dei giornali che parlano di me.


2) Sono un vero coglione ed ignorante convinto delle puttanate che scrivo in giro e mi circondo di altrettanti coglioni ed ignoranti.

Paradossalmente vorrei tanto che i dementi che fanno girare queste ipotesi di complotto fossero del tipo 1, perché almeno sarebbe cattiveria con uno scopo, per quanto becero, ma avrebbe un senso, il problema infatti non è poi tanto nel “confezionatore” di cazzate, ma nei super-idioti che condividono, diffondono e credono a queste cose qui!
Quella gente la vorrei veramente confinare in sacche sociali prive di potere decisionale alcuno, non dovrebbero nemmeno votare o occupare posti sensibili, perché troppo stupidi, troppo ignoranti, troppo sconnessi dalla realtà, gente che non ha studiato, gente che probabilmente nemmeno leggerà articoli come questo e tanti altri che spiegano il motivo per cui alcune fake news sono fake, gente che non si prende due minuti per verificare le fonti, ma anche se lo facesse non avrebbe i mezzi intellettuali per capirle, loro capiscono solo le storielle fumettose raccontate dai loro idoli idioti.
L’obiezione più frequente è: “ma tu credi all’informazione ufficiale? Ed i complotti allora? Gli scandali? Ecc. ecc.”.

Ma brutto deficiente che non sei altro, cosa cazzo c’entra l’informazione ufficiale con eventi macroscopici dove ci sono migliaia se non milioni di persone coinvolte, centinaia di giornalisti da tutto il mondo, video, testimoni, nella società del web, dove se la CIA fa una scoreggia oggi finisce su Wikileaks e tu, caro il mio demente che non esce di casa, non prende aerei, non viaggia, non ha il senso delle dimensioni geografiche, temporali e spaziali, ma pensa che sia tutto una cosa piccola, non capisci che non puoi pensare che un attentato sia finto solo stando a casa tua con un tablet (perché PC è già troppo) ed una connessione Internet?
Questo offende l’intelligenza umana, i progressi che abbiamo fatto, questa gente usa tutta la tecnologia sviluppata dagli scienziati e dalle aziende che loro criticano, per comunicare tra loro, usano i progressi tecnologici sviluppati anche grazie alle missioni spaziali, per dire che non ci sono mai state missioni spaziali, usano il loro star bene grazie alla medicina moderna, per criticare la medicina moderna….

Che persone sono queste?

Ma la cosa inquietante è quando vedi anche qualcuno che ha una cultura superiore, che si fa prendere all’amo da questi cialtroni, perché magari finora non ha mai esplorato i bassifondi del web ed alcuni nomi noti, non li ha mai sentiti e cascano dal pero, poi non controllano le fonti e condividono la merda! 
Fino a quando qualcuno non gli dice che è una bufala e loro rispondono “ah grazie, scusa rimuovo, sai non ho tempo per controllare le fonti!”.

A me pare come quando uno butta la carta per terra, perché non ha il tempo di cercare un cassonetto dell’immondizia!

Questo articolo l’ho scritto perché dopo le infami accuse di essere un’attrice viva e vegeta a Valeria Solesin, morta nell’attentato del Bataclan, in questi giorni si sono scatenati gli imbecilli del web contro Bruno Gulotta, della redazione di Tom’s Hardware e dato che conosco ed ho scritto su Tom’s, ho trovato insopportabile quest’ultima cattiveria click-baiting, quindi per Bruno e per tutte le vittime passate e, purtroppo future, degli attentati e disastri naturali, finitela di insultarli! 

Giocate a guardare gli aerei che spruzzano le scie chimiche e gridate verso il cielo come i mentecatti che non siete altro.

by Nanni Bassetti - http://www.nannibassetti.com 

8 commenti:

angelo verdone ha detto...

solite bordate contro le fake news e i complottisti condite do un tantino di turpiloquio per inutile se nona fare audience, niente di nuovo...

Nanni Bassetti ha detto...

Ognuno ha la propria sensibilità e mi ha fatto incazzare il vedere ridere sui morti, l'ultimo facente parte di un magazine col quale collaboro. Poi tu vedila come vuoi...il mondo è bello perché vario

Luca Morini ha detto...

Per completare il quadro mancano solo i vaccini

Gionsonengionson ha detto...

Beh Nanni, di certo hai delle certezze granitiche..personalmente trovo più intrigante guardare da più parti e ascoltare anche lingue sconosciute, chissà che non possano rivelare qualcosa di inaspettato..in ogni caso trovo un po' presuntuoso accomunare tante persone in un giudizio così lapidario e sprezzante..ma, come dici tu, il mondo è bello perchè è vario

Nanni Bassetti ha detto...

Gigionengionson, non è presunzione è che se vuoi informazioni mediche chiedi ad un medico, se vuoi informazioni edili chiedi ad un ingegnere, se vuoi informazioni le chiedi a chi ha competenze acclarate e mezzi intellettuali per capirle e spiegarle...io se non capisco una mazza di un argomento non mi permetto di pontificare. Perchè, quando prendi un aereo non vai dal pilota a dare dei tuoi pareri a lui su come si pilota? O quando prendi il treno? O quando vai dal dentista? Poi l'informazione deve essere peer-reviewed, ossia creata e revisionata da gente di pari grado culturale, verificata e verificabile e ripetibile. Qui si parla di gente qualunque che magari vende i pomodori al mercato, che poi vuol dire e fare opinione su argomenti a volte complessi (vedi i vaccini, ecc.) sfottendo intere comunità scientifiche o studi che non sono in grado nemmeno di comprendere...QUindi ascoltare più parti ok, ma che siano qualificate ed affidabili e non 4 cialtroni su youtube! IMHO :-)

Lazza ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
BBC Radio 3 YouTube Video channel ha detto...

Sei stato persin troppo gentile nel tuo giustificato sfogo

kenno ha detto...

Condivido quasi tutto perché, imho, manca una categoria. Quella dei cialtroni in malafede che non sono geni del marketing ma semplici approfittatori.